Riflessioni sul Vangelo della Messa di Domenica 16 Giugno redatte dal Canonico Monsignor Giuseppe Trapani.  

Una Parola di Dio, semplice e immediata, quella che ascoltiamo oggi. Il profeta Ezechiele ci parla dell’Inviato di Dio con l’immagine del “ramoscello” che diventerà un “cedro magnifico”, su cui tutti potranno riposarsi e..

Continua


Per la traduzione della messa domenicale dal latino all'italiano usare questo Qrcode o il seguente link. Infine si consiglia, per la recita quotidiana delle lodi, dei vespri e per la Parola di Dio delle S. Messe domenicali e festive, l'uso dell' App  IBREVIARY  oppure  EPREX.


Commento del Papa sul Vangelo odierno secondo  Matteo Mt 6,7-15 e audio della Parola del Giorno...


Qui sta la matrice di ogni preghiera cristiana – direi di ogni preghiera umana –, che è sempre fatta, da una parte, di contemplazione di Dio, del suo mistero, della sua bellezza e bontà, e, dall’altra, di sincera e coraggiosa richiesta di quello che ci serve per vivere, e vivere bene. Così, nella sua semplicità e nella sua essenzialità, il “Padre nostro” educa chi lo prega a non moltiplicare parole vane, perché – come Gesù stesso dice – «il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate» (Mt 6,8). […] Il primo passo della preghiera cristiana è dunque la consegna di noi stessi a Dio, alla sua provvidenza. È come dire: “Signore, Tu sai tutto, non c’è nemmeno bisogno che ti racconti il mio dolore, ti chiedo solo che tu stia qui accanto a me: sei Tu la mia speranza”.


Oggi si ricorda...


Come ogni anno la Parrocchia Maria SS.Consolatrice degli afflitti nel quartere Ruffini a Palermo si prepara alla  processione per la Vergine Maria . Infatti il 20 Giugno si celebra la Beata Vergine Maria Consolatrice (La Consolata). Madre della consolazione, o anche Consolatrice degli afflitti ( in latino Mater Consolationis o Consolatrix afflictorum ), è uno dei titoli sotto cui viene invocata, soprattutto in ambito cattolico, Maria, madre di Gesù.Tale invocazione, espressione della spiritualità tipica della pietà medievale, è già presente nella più antica versione delle litanie lauretane, pubblicate nel 1572 e approvate da papa Sisto V nel 1587.  Nel Messale Mariano l'origine del nome è cosi' spiegata: Gesù è la consolazione del mondo e Maria è sua madre; la Vergine assistette e partecipò alla passione del figlio, patì per lui grandi sofferenze ma fu confortata dal Padre con la speranza della risurrezione e, consolata, può consolare ella stessa quelli che si trovano in qualsiasi genere di afflizione. Insieme con gli Apostoli nel cenacolo, Maria implorò e attese lo Spirito consolatore; dopo la sua Assunzione in cielo, ella soccorre e consola con amore materno i fedeli che la invocano.